Vita. L’aborto di un Paese civile.

Un racconto a fumetti autobiografico, nato dall'esperienza di una interruzione di gravidanza in Italia, diventa un punto di partenza per affrontare il tema dei diritti sessuali e riproduttivi nel mondo, intrecciando le storie individuali ai diritti umani universali.
108.00% già raccolto
€2.700,00 raccolti su €2.500,00 da raggiungere
119 Sostenitori
Campaign has ended

UN LIBRO A FUMETTI PER LA LIBERTA’ DI SCELTA

Contro tutti i fondamentalismi di chi considera il corpo delle donne come un oggetto a disposizione dei governi, puoi sostenere la produzione di un libro a fumetti sui diritti sessuali e riproduttivi, per raccontare con la voce, la matita e il cuore di Anna Cercignano che cosa succede in Italia e nel mondo alle donne che vogliono decidere liberamente quello che accade nella propria vita e nel proprio corpo.

UN LIBRO DISEGNATO DA CHI LO HA VISSUTO

L’aborto è un tema difficile, controverso e scomodo, che questa iniziativa editoriale vuole affrontare fuori dalle regole dell’editoria commerciale e senza assolutismi, per costruire delle opinioni informate attraverso una storia personale densa di umanità, trasformata in un racconto a fumetti dalla donna che l’ha vissuta in prima persona, permettendoci di entrare nella sua pelle attraverso i suoi disegni.

UN LIBRO PER DIFENDERE DIRITTI VIOLATI

Per capire, raccontare e disegnare i diritti sessuali e riproduttivi sono stati utilizzati dati e rapporti di Amnesty International – il movimento globale che denuncia le violazioni dei diritti umani e lotta per leggi che tutelino la dignità, la salute e la sicurezza delle persone. Secondo il diritto internazionale l’accesso a servizi abortivi legali e sicuri è un diritto umano universale.

UN LIBRO DI LETTURA E DI LOTTA

Il libro è realizzato in collaborazione con i promotori di Obiezione Respinta, una iniziativa di mappatura dei medici obiettori antiabortisti attiva dal 2018 nello spazio femminista Limonaia – Zona Rosa a Pisa. Sulle pagine di obiezionerespinta.info è possibile segnalare e descrivere le esperienze vissute in ospedali, farmacie e consultori.

UN LIBRO STAMPATO DAI SUOI LETTORI

Sostenete questo progetto editoriale per aiutarci a diffondere una testimonianza viva, che darà fastidio soltanto ai fondamentalisti e a chi considera lo stato come il legittimo proprietario del corpo delle donne.

UN LIBRO CHE HA BISOGNO DEL TUO SOSTEGNO

La prima parte del volume, con l’esperienza diretta dell’autrice, nasce come racconto grafico sul portale Stormi delle edizioni Beccogiallo, e vogliamo trasformarla con l’aiuto dei lettori in un libro da sfogliare e diffondere come invito all’azione libertaria, alla reazione contro le violazioni dei diritti sessuali e riproduttivi delle donne, alla collezione di un lavoro d’artista valorizzato da una stampa di qualità.

“Vita. L’aborto di un Paese civile” è un progetto editoriale dell’associazione culturale Altrinformazione e di Obiezione Respinta.

Per spedizioni e sottoscrizioni dall’estero: aggiungere 10 euro alla quota di sottoscrizione prescelta, e inserire il totale nel campo per le sottoscrizioni libere.

Per richieste superiori a 5 copie: calcolare 10 euro a copia, e inserire il totale nel campo per le sottoscrizioni libere.



I commenti sono chiusi.